Ieri ci siamo dati nuovamente appuntamento a Torino con il trekking urbano in compagnia del giovane ornitologo Riccardo Alba. Partenza come di consueto dalla Fontana dei 12 mesi per esplorare il Parco del Valentino, dove contattiamo subito le prime specie comuni come il Colombaccio e la Cornacchia grigia e le ultime Rondini (Hirundo rustica) che, intente a rifocillarsi sopra il Castello medievale, si preparano alla lunga migrazione verso i quartieri di svernamento africani.

Arrivati sulle sponde del fiume Po, non possono mancare alcune specie tipiche dell’ambiente fluviale, tra cui Tuffetto, Gabbiano comune e Folaga. È qui che, all’improvviso, avvistiamo un rapace tra gli alberi in volo battuto verso sud: è un maschio di Albanella pallida (Circus macrourus)! Tale Accipitriforme nidifica in Europa orientale e rappresenta un migratore non affatto comune in Piemonte. Stupiti ed emozionati per l’osservazione mega, proseguiamo il nostro tour.

Sulle alte chiome dei Platani osserviamo numerosi Passeriformi: Cinciallegre, Cinciarelle, Cince more, Picchi muratori e Rampichini comuni. Questi si lasciano ammirare a lungo, dando la possibilità ai partecipanti di individuare le caratteristiche peculiari utili all’identificazione delle diverse specie.

Purtroppo, immancabile nel Parco è lo Scoiattolo grigio (Sciurus carolinensis), specie alloctona ormai naturalizzata sul territorio regionale. Assistiamo inoltre al passaggio di alcuni Imperatori migranti (Anax ephippiger), libellula che in questo periodo invade letteralmente Torino e dintorni.

Proseguendo, tra alcune cornacchie scoviamo un ibrido Cornacchia grigia x Cornacchia nera. Queste due specie, infatti, presentano il limite tra areali di distribuzione proprio in Piemonte.

Terminiamo la passeggiata attraversando nuovamente il Giardino roccioso, dove un Fiorrancino (Regulus ignicapilla) dà spettacolo con la sua cresta fiammeggiante, mentre una Verdina maggiore (Chalcolestes viridis) si riposa all’ombra degli alberi.

Salutiamo i partecipanti con una checklist di 24 specie di Uccelli, tra cui una vera e propria rarità, e con l’ennesima conferma dell’importanza dei parchi urbani sull’avifauna e sulla biodiversità in generale.

Il prossimo appuntamento a Torino è fissato per sabato 19 settembre, non vediamo l’ora di scoprire quali altre sorprese ci riserverà il Parco del Valentino!

CHECKLIST

  1. Germano reale (Anas platyrhynchos)
  2. Tuffetto (Tachybaptus ruficollis)
  3. Cormorano (Phalacrocorax carbo)
  4. Albanella pallida (Circus macrourus)
  5. Gallinella d’acqua (Gallinula chloropus)
  6. Folaga (Fulica atra)
  7. Gabbiano comune (Chroicocephalus ridibundus)
  8. Gabbiano reale (Larus michahellis)
  9. Piccione domestico (Columba livia var. domestica)
  10. Colombaccio (Columba palumbus)
  11. Rondone pallido (Apus pallidus)
  12. Rondine (Hirundo rustica)
  13. Codirosso spazzacamino (Phoenicurus ochruros)
  14. Pettirosso (Erithacus rubecula)
  15. Merlo (Turdus merula)
  16. Capinera (Sylvia atricapilla)
  17. Fiorrancino (Regulus ignicapilla)
  18. Cinciallegra (Parus major)
  19. Cinciarella (Cyanistes caeruleus)
  20. Cincia mora (Periparus ater)
  21. Codibugnolo (Aegithalos caudatus)
  22. Picchio muratore (Sitta europaea)
  23. Rampichino comune (Certhia brachydactyla)
  24. Cornacchia grigia (Corvus cornix)
Condividi: