Abruzzo: alla ricerca dei grandi mammiferi

  • Prossime date Settembre 2020
  • Durata3 giorni (2 notti)
  • Luoghi d'interessePNALM, Borghi medievali d’Abruzzo
  • Tariffaa partire da 240€
  • Numero partecipantiMinimo 5 Massimo 16
  • Tour leader Valerio Russo

L’Abruzzo è noto ai più per essere una delle regioni più selvagge in Italia. Le sue montagne sono caratterizzate da una straordinaria biodiversità ed il Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise è considerato uno dei posti migliori in Europa per cimentarsi nell’osservazione dei grandi mammiferi. Tra questi, oltre alle diverse specie di Ungulati, tra cui l’endemico Camoscio appenninico (Rupicapra pyrenaica ornata), meritano particolare attenzione l’Orso bruno marsicano (Ursus arctos marsicanus) ed il Lupo appenninico (Canis lupus italicus).

La sottospecie di Orso bruno presente, endemica dell’Italia centrale, rappresenta uno dei fiori all’occhiello della diversità faunistica del nostro territorio. Nonostante la popolazione di Orsi marsicani sia formata da un numero esiguo di esemplari (se ne stimano una cinquantina), gli incontri con questa specie non sono rari, in particolare in primavera o sul finire dell’estate, quando gli orsi sono indaffarati nel rifocillarsi prima e dopo il letargo invernale.

Durante il weekend sono previsti sia appostamenti per l’osservazione di questo plantigrado, che appostamenti per un’altra eccellenza del Parco: il Lupo appenninico.

Avremo inoltre modo di dedicarci al birdwatching, all’osservazione di Rettili e Anfibi, senza dimenticare di godere dei meravigliosi paesaggi del Parco, della storia e della cultura del territorio.

-PNALM: Il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, il primo istituito in Italia, vanta di scenari mozzafiato, cime montuose che arrivano a toccare i 2200 metri d’altitudine e una straordinaria biodiversità. L’Abruzzo è ben noto per essere una delle regioni più selvagge d’Italia ed è considerato uno dei luoghi più proficui per l’osservazione dei grandi Mammiferi. Tra questi, oltre alle diverse specie di Ungulati (tra cui Cervo nobile e Camoscio appenninico), meritano particolare attenzione l’Orso bruno marsicano (Ursus arctos marsicanus) e il Lupo appenninico (Canis lupus italicus). Anche le altre classi di Vertebrati sono ben rappresentate e ognuna di queste include numerose specie d’assoluto interesse (per esempio Salamandrina di Savi, Vipera dell’Ursini, Picchio dorsobianco, etc.). Inoltre, anche l’entomofauna vanta di decine e decine di specie di pregio, prima tra tutti la Rosalia alpina. La flora, con le faggete secolari, le specie endemiche e decine di orchidee selvatiche, riesce ad affascinare anche il botanico più esigente.

-BORGHI MEDIEVALI: Ci sono innumerevoli borghi medievali e paesini storici che costellano gli Appennini. Scrigni di antiche tradizioni e segreti enogastronomici, come nell’antichità, tuttora offrono rifugio e sostentamento per i viaggiatori che esplorano il Bel Paese.

Mammiferi: Orso bruno marsicano (Ursus arctos marsicanus), Lupo appenninico (Canis lupus italicus), Camoscio appenninico (Rupicapra pyrenaica ornata), Cervo nobile (Cervus elaphus), Capriolo (Capreolus capreolus), Lepre italica (Lepus corsicanus), Istrice (Hystrix cristata).

Uccelli: Il parco ospita circa 230 specie di uccelli, tra nidificanti, migratori e svernanti. Tra le tante specie forestali e montane, di grande interesse: Aquila reale (Aquila chrysaetos), Grifone (Gyps fulvus), Picchio dorsobianco (Dendrocopos leucotos), Merlo acquaiolo (Cinclus cinclus), Gracchio corallino (Pyrrhocorax pyrrhocorax).

Per quanto riguarda l’erpetofauna: Salamandrina di Savi (Salamandrina perspicillata), Ululone appenninico (Boimbina pachypus), Colubro liscio (Coronella austriaca), Colubro di Riccioli (Coronella girondica), Vipera di Redi (Vipera aspis francisciredi), Vipera dell’Orsini (Vipera ursinii).

Per gli appassionati della macrofotografia, un incredibile numero di Invertebrati (principalmente farfalle, libellule e coleotteri) e fiori selvatici.

GIORNO 1: Appuntamento a Pescasseroli (h 16:30). Esplorazione del Parco, birdwatching ed herping. Appostamento all’Orso. Cena. Breve percorso in auto per ascoltare il Lupo. Pernottamento.

GIORNO 2: Colazione. Appostamento al Lupo. Esplorazione dell’Altopiano delle Cinquemiglia, birdwatching ed herping. Rientro a Pescasseroli e tempo libero. Appostamento Orso. Cena e pernottamento.

GIORNO 3: Colazione. Visita borgo medievale. Saluti e partenza (h 15:00).

Tariffe:
BASE: 260 €
PARTECIPANTI PRECEDENTI SPEDIZIONI: 240 €
STUDENTI UNIVERSITARI, SOCI ARDEA E PARTECIPANTI PRECEDENTI ESCURSIONI: 250 €

Prenotazioni entro 10 giorni dalla data di partenza.

LA QUOTA COMPRENDE:
-Pernottamenti (Camera tripla; possibilità di richiedere una sistemazione in doppia o singola al pagamento di un supplemento).
– 2 colazioni.
– 2 cene (bevande escluse)
– Accompagnamento scientifico da parte di zoologo per tutta la durata del viaggio, con materiale di supporto per osservazioni faunistiche (binocoli, cannocchiale, fototrappole, field guides, etc.).
– Assicurazione base medico-bagaglio.

LA QUOTA NON COMPRENDE:
– Spostamenti per Pescasseroli
– Pasti non indicati nel programma
(pranzi al sacco).
– Tutto quanto non indicato nella precedente voce.

CARPOOLING
Per dare la possibilità a chi non è automunito di partecipare al weekend, per questioni logistiche, e soprattutto ecologiche, promuoviamo l’utilizzo del carpooling (condivisione del viaggio in auto).
Contattare gli organizzatori per maggiori informazioni a riguardo.

PENALI IN CASO DI ANNULLAMENTO: In caso di recesso del contratto da parte del consumatore, le penali sono pari al 100% dell’intera quota di partecipazione, oltre a i premi assicurativi non rimborsabili.

ASSICURAZIONE CONTRO LE SPESE DI ANNULLAMENTO E DI RIMPATRIO: È possibile, ed anzi consigliabile, stipulare al momento della prenotazione presso gli uffici dell’organizzatore speciali polizze assicurative contro le spese derivanti dall’annullamento del pacchetto, dagli infortuni o malattie, che coprano anche le spese di rimpatrio e per la perdita e/o danneggiamento del bagaglio.

NUMERO PARTECIPANTI: Minimo 5 – Massimo 16

Al non raggiungimento del gruppo minimo, o di annullamento da parte dell’organizzazione sarà restituita l’intera quota versata.

I partecipanti che, per motivazioni personali, decidessero di non partecipare più all’evento non avranno diritto ad alcun rimborso, fatta eccezione per coloro che abbiano stipulato un’assicurazione ad hoc con l’agenzia (per maggiori info contattare gli organizzatori).

Prenotazioni entro 10 giorni dalla data di partenza..

La modalità di pagamento sarà comunicata tramite mail dopo aver compilato il modulo di richiesta.

Non riesci a trovare l’esperienza dei tuoi sogni? Vuoi osservare una particolare specie o visitare una specifica area naturale?
Possiamo creare un tour su misura per te!

Condividi: